Home Diocesi Giovedì 2 Dicembre 2021
Versione Accessibile - solo Testo Mappa del sito Contatti
Centro Missionario Diocesano
Via Ferrari Bonini, 3 - 42121 Reggio Emilia
Tel. 0522/436840 Fax. 0522/433991 E-Mail missioni(@)cmdre.it
» Centro Missionario Diocesano »  Posta dalle Missioni »  Don Paolo Cugini ci aggiorna da Pintadas!
Don Paolo Cugini ci aggiorna da Pintadas!
Lettera di settembre





DAL DESERTO SBOCCIA LA PAROLA
NOVITÁ DALLA MISSIONE DI PINTADAS-SETTEMBRE 2011
 
1. EMERGENZA SICCITÁSono ormai tre mesi che a Pintadas non piove, se non qualche sporadica piovuta, e l'allarme siccitá cresce di giorno in giorno. Da alcune setimane i contadini stanno lavorando per dare da mangiare alle mucche con delle piante grasse, tipiche della nostra regione. Il dato positivo é che ormai l'esperienza di anni di siccitá ha forzato le persone ad organizzarsi per abituarsi a conviere con la siccitá. Come noi italiani ci siamo abituati e abbiamo appreso a convivere con il freddo, grazie a sitemi di riscaldamento, cosí qui nella nostra regione del Nordest arido della Bahia la gente ha messo assimeme una serie di strategie per convivere con il semi-arido. Mi diceva l'altro giorno un signore di una delle comunitá di Pintadas che l'ultima grande secca é stata nel 1993. In quell'anno non é piovuto per circa nove mesi. La maggior parte del bestiame non ha retto alla siccitá ed é morto. Questo signore mi raccontava che un grande fazendeiro non resse al triste spettacolo spettacolo e si impiccó. Nonostante la preoccupazione la gente delle comunitá non si perde d'animo e spera nelle piogge del mese di ottobre. Il Signore fa sentire la sua vicinanza a coloro che si affidano a Lui.
 
2. GIORNATA BIBLICADomenica 25 di settembre, come in molte parti del Brasile, si é realizzata nella parrocchia di Pintadas la processione biblica. Il mese di settembre, nle cammino della Chiesa brasiliana,  é dedicato alla Bibbia. Tutti gli anni vengono preparati sussidi per animare i circoli biblici e, alla fine del mese, le parrochie e le comunitá si organizzano per trovarsi assieme a celebrare la Parola. Il tema di quest'anno é stato il libro dell'Esodo. Domenica 25 settembre le comunitá della Zona rurale (una trentina circa) si sono riunite nella piazza del mercato, accolte dalle persone delle comunitá della cittá (cinque). É molto bello vedere l'allegria e la participazione delle persone di tutte le etá. Qui a Pintadas, inoltre, si vede molto bene che é una parrocchia abituata al cammino della Chiesa. In poco tempo le persone delle comunitá si organizzano affinché l'evento possa risultare positivo e animato. Dopo l'incontro nella piazza del mercato ci siamo diretti cantando e sventolando le bandiere delle comunitá ' ogni regione aveva un colore differente ' verso la chiesa per la celebrazione della santa messa, che come sempre é stata molto bem preparata e partecipata. Il messaggio che le letture del giorno hanno offerto per le persone pervenute all'incontro é stato di apprendere a guardare il mondo come lo guarda Dio e cioé non fermandosi alla superficie, ma penetrando il cuore, per conoscere le intenzioni. Oltre a ció, la seconda lettura di Paolo ci ha invitato a cercare l'armonia e la comunione. Ed é proprio questo che cercheremo di realizzare nelle nostre comunitá.
 
3. INCONTRANDO I GIOVANI CON LA PAROLA DI DIOOrmai sono circa settanta gli incontri bibblici che ho realizzato quest'anno nei vari gruppi giovani delle comunitá della parrocchia. Sinceramente é una delle cose che mi piacciono di piú, che mi vengono piú naturali. Mi piace tantissimo trascorrere una mattinata con alcuni giovani leggendo e commentando la Bibbia. Solitamente tutti i sabati incontro uno o due gruppi giovani con due modalitá differenti. La prima consiste nel leggere un testo biblico, preferibilmente del nuovo testamento e lasciare i giovani quaranta minuti in silenzio per meditare a approfondire il testo. Dopo di ció ci troviamo per condividere le riflessioni fatte. É il metodo che preferisco, perché mette a contatto diretto un giovane con la Parola di Dio, senza filtri, senza pre-comprensioni. Per questo, quando entro in un gruppo giovani con questo tipo di proposta scelgo un testo del Vangelo, una parabola, una narrazione con un dialogo tra Gesú e qualche interlocutore. L'altro metodo é quello tematico e cioé scelgo un tema e lo aprrofondisco utilizzando testi biblici. É un metodo che permette di chiarire alcune problematiche presentate dagli stessi giovani su temi legati alla vita della Chiesa o della loro stessa vita di fede. La presenza di molte sette neopentecostali senza dubbio contribuisce a creare confusione nei cattolici con poca familiaritá con la Bibbia, soprattutto su temi delicati come la devozione ai Santi e a Maria. Per questo ritengo importante creare momenti nelle comunitá in cui offro l'opportunitá di chiarire quegli aspetti della fede che ancora sono avvolti dalle nubi dell'ignoranza.
 
4. É TERMINATO LO STUDIO BIBLICO 2011: CHE SAUDADE!Come in tutte le parrocchie con le quali cammino ' lo facevo anche in Italia - propongo uno studio biblico settimanale. Come sacerdote faccio fatica a conoscere la gente senza mettersi attorno allo stesso tavolo e condividere assieme la Parola. Quest'anno a Pintadas tutti i lunedi sera dalle 19 alle 20 (non mi piacciono gli incontri che non finiscono mai!) abbiamo meditato il Vangelo di Giovanni, il profeta Amos e alcuni capitoli del libro dell'Esodo. Il metodo di questo studio bibblico é molto semplice. Si comincia con una preghiera; si prosegue con la lettura di una capitolo del libro scelto, percontinuare con dieci minuti di silenzio per permettere ad ognuno di rileggersi il testo da solo e di tentare di capirlo. Dopo di ció chi vuole puó prendere la parola per condividere un pensiero. Alla fine, prima della preghiera finale, prendo la parola per dare alcune indicazioni di massima sul capitolo letto. É impressionante la sete di Parola che ho trovato a Pintadas. É una parrocchia che ha un cammino di comunitá alle spalle molto significativo, fatta di una Parola incarnata nella realtá, di  lotte contro gli oppressori di turno, lotte in nome della giustizia annunciata dal Vangelo. A Pintadas ho incontrato liders di comunitá con una fede e una coscienza morale impressionante. Per questo la proposta di una cammino un pó piú intenso sulla Parola é stato accolto cosí bene. Quando lo scorso lunedí ho annunciato che per quest'anno terminva lo studio biblico per dedicarmi alla formazione finale dei giovani che in dicembre saranno cresimati, c´é stato un grido di protesta. Tutti i lunedí é stupendo vedere dalle settanta alle novanta persone che ritrovano per leggere assieme la Parola di Dio. Significativo é che tra tutte queste persone ci sono sempre una trentina di giovani.
 
5. É INIZIATO IL CORSO DI FORMAZIONE POLITICASabato 24 settembre a Tapiramutá é iniziato il corso di formazione Politica. Il salone parrocchiale era pieno di gente: segnale che il tema della politica,nonostante la piaga della corruzione, trova sempre gente disposta a creare qualcosa di nuovo, di positivo. Quello di Tapiramutá é il primo di una serie di corsi (ognuno srá composto di cinque incontri) che l'ACMOR ' l'Associazione Culturale Moringa, creata da Gianluca Guidetti e dal sottoscritto alcuni anni fa ' realizzerá in varie cittá della regione. In programma ci sono i corsi di Tapiramutá, Miguel Calmon e Pintadas, ma altre cittá si sono fatte sotto richiedendo il corso. Uno degli obiettivi di questo corso di formazione politica é di preparare il terreno per un lavoro di coscientizzazione da relalizzare il prossimo anno durante la campagna poltica per l'elezione dei sindaci e degli assessori comunali. Come ho giá scritto varie volte ' anche nel mio libbro: Il futuro del Vangelo, che potete comprare e leggere ' le elezioni municipali dalle nostre parti sono estremamente combattute a causa della povertá di condizioni della gente e dello stesso territorio. Infatti, nel Nordest Brasiliano, l'unica o quasi fonte di lavoro é il municipio. La gente fa di tutto affinché il proprio candidato vinca per assicurarsi il posto di lavoro per i prossimi quattro anni. L'esperienza delgi anni scorsi c'insegna che é possibile sognare una vita politica differente, piú onesta, piú attenta al servizio delle persone, soprattutto dei piú poveri, che cercare il proprio tornaconto. É proprio questo che il corso si prefigge: aiutare le persone a sognare un mondo migliore, piú giusto e fraterno. Tenere accesa la lampada della speranza affinché le tenebre della corruzine non prendano il sopravvento.
Foto e aggiornamenti anche sul blog http://paroquiaitaliano.blogspot.com/
Centro Missionario Lettere