Home Diocesi Martedì 18 Gennaio 2022
Versione Accessibile - solo Testo Mappa del sito Contatti
Centro Missionario Diocesano
Via Ferrari Bonini, 3 - 42121 Reggio Emilia
Tel. 0522/436840 Fax. 0522/433991 E-Mail missioni(@)cmdre.it
» Centro Missionario Diocesano »  Posta dalle Missioni »  Lettera Comunitaria dall'Albania 1°Parte
Lettera Comunitaria dall‘Albania 1°Parte







Gomsiqe, e-premte 18 shkurt 2011
 
 
Mirdita,
 
è già passato un mese dalla nostra ultima lettera, così come ci siamo ripromesse, vi diamo le ultime notizie albanesi 'fresche'!!
Possiamo dire che sono abbastanza 'fresche'; infatti se nell'ultima lettera abbiamo scritto che il tempo era bello, tanto da sembrare un inizio di primavera, come normale che sia, ciò è stato subito smentito, visto che siamo ancora in inverno!!! Domenica 23 gennaio abbiamo avuto il piacere (!!) di vedere la neve. Nevicava già quando ci siamo alzati alle 6,30 per la preghiera, e ha continuato fino a sera. Quella domenica non siamo riusciti a raggiungere il villaggio di Kaftal per la messa.
A detta di Don Carlo, è stata una nevicata eccezionale, come pure il  freddo dei giorni successivi, che non ha permesso alla neve di sciogliersi, e ci ha impedito di raggiungere, a causa anche del ghiaccio, il sabato successivo, i villaggi di Korthpule e di Vrrith, per le liturgie, e per due mercoledì di seguito non siamo riusciti a raggiungere Vrrith per il catechismo. In nove anni di servizio qui a Gomsiqe, Don Carlo ha detto che mai gli era successo di rimanere bloccato per così tanto tempo.
In questi giorni, è ritornato il sole e il caldo.
Riprendiamo a raccontarvi le nostre avventure, iniziando da quello che ci siamo scordati di dirvi nella lettera precedente.
Prima di tutto non vi abbiamo detto del grande lavoro fatto da Anna al capannone di Alvaro, aiutata anche dai ragazzi venuti per il periodo di Natale.
Alvaro è un maestro falegname, ora in pensione, che ha deciso di dedicare la sua vecchiaia ai ragazzi albanesi. Così, con l'aiuto della Caritas, ha aperto il progetto 'Falegnameria' che permette a 8 giovani albanesi di imparare il mestiere, grazie al suo grande 'bagaglio' di esperienza e sapere' dando loro una possibilità di futuro e di crescita.
Fanno lavori per la cattedrale di Laç Vau-Dejes e per la cattedrale di Pristina in Kossovo. Ed è proprio per il mobile/libreria che stanno realizzando per l'ufficio del Vescovo Doda di Pristina, che Anna ha decorato dei pannelli in legno che verranno poi inseriti nel mobile stesso. E' stato un lavoro impegnativo, ma di cui tutta la missione va orgogliosa, soprattutto ora che iniziamo a vedere il mobile in fase di montaggio.
 
Nel mese di dicembre l'attuale governo di Sali Berisha ha liberalizzato i visti per uscire dall'Albania, e semplificato il rilascio dei passaporti, con lo slogan PA VISA.
0cm 0cm 0pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none" class=MsoNormal>Sono state fatte grandi feste e nelle principali città ovunque sono stati collocati cartelli stradali con la scritta PA VISA  e sotto i nomi delle capitali europee con le relative distanze chilometriche.
Tutto ciò ha creato, però, un 'fuggi-fuggi' generale.
Anche nel nostro villaggio di Gomsiqe, purtroppo qualche 'abbandono' ci ha lasciate di stucco e molto dispiaciute.
Il 16 gennaio Vittoria con i 3 bimbi, Bleona, Besianë e Adrian sono partiti per la Grecia. Hanno seguito il papà che riprendeva il lavoro dopo le vacanze di Natale. Davvero non sembrava possibile 'perdere' 3 bimbi' così. Ci siamo abbracciati piangendo, anche Vittoria piangeva. Adesso la Dava e Dod, i suoceri di Vittoria, hanno la compagnia delle figlie, che sono sposate, abitano un po' lontano e quindi si alternano per periodi brevi' Speriamo che questo sia segno che Vittoria e i bimbi ritorneranno'
gination: none; mso-layout-grid-align: none" class=MsoNormal> 
Aurel se ne va.  E' partito il 13 febbraio per la Grecia, andrà a lavorare con un cugino, sembra una cosa sicura. Lui è molto contento, la Cristina accetta serena, Gjon è il più triste, come noi;
 
Zef, il fratello di Gjon Kola, vuole festeggiare il suo compleanno il 22 febbraio in Germania, quindi anche lui partirà presto. Ha detto che avrà un lavoro normale' speriamo;
 
Anche la famiglia di Davida e Mirela, lascerà Gomsiqe in marzo per andare ad abitare a Laç Vau-Dejes' non abbiamo mai avuto grandi rapporti, ' però è un'altra casa vuota.
yle="FONT-FAMILY: BookmanOldStyle; mso-bidi-font-family: BookmanOldStyle"> 
Nonostante l'approvazione da parte dei cittadini della legge sulla liberalizzazione dei visti, il governo di Sali Berisha il 21 gennaio ha ricevuto forti proteste, promosse dall'opposizione, con gravi conseguenze, di tre morti e vari feriti, come già  sapete. Noi eravamo in casa di Valentina di Karma Siper e c'era la televisione accesa. Con il papà, la mamma e Caterina, una sorella sposata, abbiamo seguito gli scontri che si stavano verificando per le strade di Tirana, in diretta.
Tante sono state le voci che affermavano che i manifestanti sono partiti a seguito di un compenso.
Possiamo comunque dire che noi ci siamo preoccupati di più per le telefonate ricevute dall'Italia, che per le notizie che ci arrivavano da qua, anche se la gente ne ha parlato tanto, chi a favore e chi contrario, ma tutti sperando che gli scontri non continuassero.
 
oNormal>Fine prima parte.
Continua....
Centro Missionario Lettere